Archivio mensile: Gennaio 2011

Un Herm lontano da casa

A Grecian herm or boundry-marker, of Sicilian Jasper and bronze, 19th century, Rome

Carlton Hobbs LLC. Un marmo e bronzo erma da Giovanni Nisini Fonderia, 19 ° secolo a Roma

Questa scultura si presenta come un erma greca o boundary-marcatore. Le erme greche originali sono stati rappresentati esclusivamente come Hermes, il dio di traffico, strade e confini. Essi sono stati dedicati a lui per la protezione e erette come marcatori nelle campagne e nelle strade e nelle piazze delle città. Herms iniziato come semplici pilastri quadrangolari condita con la testa del dio, ma si è evoluto per rappresentare un maggior numero di divinità del pantheon, e di incorporare più elaborata scultura (figura 1). I Romani successivamente adottato questa forma di statua come scultura decorativa per i giardini e le ville.

Hanging Gabinetto di Thomas Hope 'Third Room vaso'

Questo armadio, con la sua antica Grecia tempio frontone e gradini basamento, è stato progettato per servire come un santuario per la visualizzazione di una serie di piccoli oggetti da collezione di Thomas speranza di urne cinerarie etrusche e greche. "Nonostante il fatto che non ha storia documentata, sembra logico ipotizzare che questa piccola scala, idiosincratico, e splendidamente pezzo fabbricati, ... in origine faceva parte degli arredi di Thomas speranza Duchess Street." I pilastri sporgenti della sua facciata sono scavate con piccole rientranze arcuate, mentre una mensola divide suo compartimento centrale. La sua forma assomiglia a quella di cippuschests marmo antico, come descritto in un incisione di un "colombario romano (una camera paragonato a una colombaia) per la ricezione delle urne cinerarie" illustrato in Costume di Hope of the Ancients, 1812 (figura 1). Il suo frontone e angolo arcuato acroteri sono finemente scolpiti con viticci whorled d'acanto fogliame emittente anthemia. Quest'ultimo "bassorilievi" avrebbero fatto eco l'ornamento dipinta dei vasi rossi e neri in terracotta etruschi e greci, con cui sono stati riempiti le nicchie.